Utilizziamo i cookies per personalizzare la sua navigazione e migliorare il nostro website. Per avere ulteriori informazioni su cosa sono i cookies, come vengono da noi utilizzati e come negare il suo consenso all'utilizzo di tutti o alcuni di essi, consulti la nostra Nota sui Cookies.
Se accede ad un qualunque elemento sottostante a questo banner acconsente all’uso dei cookies.




Istruzione, il carburante che alimenta l'innovazione

scitech2016

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Al via la nuova edizione del programma didattico Sci-Tech Challenge (abbreviazione di Science and Technology Challenge), un'iniziativa didattica sviluppata a livello europeo dalla ExxonMobil in collaborazione con Junior Achievement Europe, l’associazione no-profit leader per la promozione dell'economia nelle scuole primarie, secondarie di primo grado e superiori.

In Italia, il programma coinvolge alcuni Licei Scientifici delle aree in cui insistono i siti operativi e la Sede delle società del gruppo ExxonMobil. Ad oggi hanno dato la propria adesione a questa edizione 36 classi terze di 8 Istituti delle province di Napoli, Novara, Roma, Savona e Siracusa:

 

  • Liceo Scientifico “R. Livatino” di Napoli
  • Liceo Scientifico "Alessandro Antonelli" di Novara
  • Liceo Scientifico “Biagio Pascal” di Romentino (in provincia di Novara)
  • Liceo Scientifico “Stanislao Cannizzaro” di Roma
  • Liceo Scientifico “Evangelista Torricelli” di Roma
  • Liceo Scientifico "Giordano Bruno" di Albenga (in provincia di Savona)
  • Liceo Scientifico "Megara" di Augusta (in provincia di Siracusa)
  • Liceo Scientifico "Orso Maria Corbino" di Siracusa

L’iniziativa, che si svolge in sette paesi - Belgio, Francia, Italia, Norvegia, Paesi Bassi, Regno Unito e Romania - si pone l’obiettivo di incoraggiare gli studenti a considerare Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica come valide opzioni per il proprio percorso formativo e come solida base per una futura crescita professionale, aiutandoli a comprendere l’importanza di queste materie e il loro ruolo nello sviluppo di nuove opzioni per vincere le sfide energetiche del futuro.

Si osserva, infatti, che in Europa va crescendo il divario tra la domanda e l’offerta di risorse professionali con questo background. Ecco perché, attraverso una metodologia didattica coinvolgente e interattiva, il programma Sci-Tech Challenge mira a promuovere l’istruzione in campo scientifico e tecnologico mettendo gli studenti di fronte a sfide reali.

L’iniziativa si compone di quattro elementi:

  • Quiz online
  • Lezione in classe
  • Sfida Nazionale (National Challenge)
  • Sfida Europea (European Challenge)

Sul sito Sci-Tech Challenge è disponibile il Quiz online che rappresenta un’attività preparatoria alla lezione in classe e mira a verificare il grado di conoscenza degli studenti e ad invogliarli a partecipare alle altre attività del programma.

Nel corso delle lezioni in classe, i ragazzi hanno l’opportunità di confrontarsi con esperti delle società del gruppo ExxonMobil e di cimentarsi in “mini” sfide scientifico-tecnologiche, secondo la metodologia didattica del learn-by-doing.

Il programma prevede poi la partecipazione di una selezione di studenti a due sfide, una nazionale e una internazionale (National ed European Challenge) nel corso delle quali ai ragazzi viene chiesto di lavorare in gruppo per individuare e sviluppare soluzioni innovative in risposta a specifici quesiti in campo energetico.

 

Visita anche:

Sci-Tech Challenge 2015-2016
Sito Sci-Tech Challenge